PDM Product Data Management, PLM Product Life-Cycle Management - Engineering3d.it - Servizi Tecnici Avanzati e Consulenza, Analisi FEM, Analisi CFD Fluidodinamica

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

PDM Product Data Management, PLM Product Life-Cycle Management

 
 


PDM / PLM

 
 
 
 
Progetto PDM
 
 
PDM DBWorks
 

UNA GIORNATA DI CONSULENZA GRATUITA

Se volete verificare che la Vostra Azienda abbia i presupposti per implementare un progetto PDM/PLM, offriamo la possibilità di analizzare il Vostro caso per assicurarVi il successo che meritate.

Per saperene di più >

 

Cos'è il PDM?


Il PDM (Product Data Management) è una piattaforma software che permette di:

1) Gestire e coordinare le attività di progetto.

2) Gestire l'intera storia dei progetti.

3) Fornire il supporto al concurrent engineering.

4) Gestire e coordinare le informazioni accessorie e le strutture dati connesse ai progetti.

5) Creare un canale comunicativo con l'ERP per l'interscambio dati.


 
 

Cos'è il PLM?


Il PLM (Product Life-Cycle Management) è una piattaforma software che permette di:

1) Gestire l'intero ciclo di vita di prodotto: ideazione, progettazione, produzione, servizi e ritiro.

2) Agevolare i processi decisionali più efficaci, unificati ed informati, in ogni fase del ciclo di vita.

3) Far confluire in un unico punto di integrazione informativa il Computer-aided design (CAD), il computer-aided manufacturing (CAM), il computer-aided engineering (CAE) e il product data management (PDM).

4) Estendere a tutta l'azienda  i dati forniti dagli strumenti CAD, CAM, CAE e PDM.

5) Interconnessione tra sedi separate geograficamente.

6) Apertura alla gestione di innumerevoli formati CAD.

 
 

Differenze tra PDM e PLM


Spettro di Azione. Lo spettro di azione del PDM è generalmente confinato al Dipartimento Tecnico, mentre il PLM tende ad aprire le informazioni  all'intera Azienda.

Differenze tra PDM e PLM. Non sempre è chiara la differenza tra i due strumenti.

Il PDM trova la sua ragion d'essere nei progetti in cui ci sono più tecnici che collaborano insieme. Inoltre, ci sono dei PDM che sfociano, a livello di funzionalità, nel campo PLM.

Il PLM copre un più ampio raggio, tuttavia le casistiche e le possibili combinazioni non permettono di inquadrarlo in una definizione precisa.

 
 

Perché il PDM/PLM?


L'idea di partenza. Avendo un'implementazione molto elastica e dai contorni sfumati, l'idea di base è quella di poter coordinare, da una prospettiva tecnica, il flusso informativo dell'Azienda.

Ecosistema connesso. Tramite la creazione di un ecosistema informatico maggiormente connesso si vogliono ottenere maggiori benefici su larga scala nella gestione e sviluppo dei prodotti.

Spina dorsale digitale. E' la creazione di una spina dorsale digitale che coinvolge tutti i reparti aziendali e il cui scopo è quello di massimizzare il valore aggiunto fornito dai processi aziendali.

Fusione di intenti. Nasce dalla sinergia di piattaforme informatiche e commitment aziendale. Entrambi sono fondamentali per la riuscita di progetti PLM.

 
 

Necessità o moda?


La prossima mossa. Nello scacchiere informatico, la scelta di implementare un sistema PLM può sembrare una mossa obbligata. Non sempre lo è.

Alternative. Pensiamo che ci possano essere delle serie alternative. Spesso gli strumenti offerti sono sproporzionati alle necessità che dovrebbero risolvere.


 
 

Insidie dei PDM / PLM


Insidie. Esistono molteplici insidie che non devono essere sottovalutate:

1) Molte Aziende non sono pronte per fare un salto tecnologico di questo tipo. Si dovrebbe valutare l'impatto che un cambiamento di questo genere comporta e se l'Azienda è pronta a ricevere un'innovazione di tale portata.

2) Nel caso in cui ci si accorgesse di una scelta non aderente alle proprie necessità, esiste una "exit strategy"?

3) L'Azienda sarà imbrigliata nei confronti del produttore del PLM. Difficilmente, una volta fatta la scelta, si potrà cambiare piattaforma. Investimenti e risorse impegnate saranno molto alti.

4) Si tende a subire passivamente la verticalizzazione offerta dal PLM. L'implementazione tenderà verso la scelta più naturale per la piattaforma. Non sempre questa è la migliore per l'Azienda.

5) Si dovranno subire supinamente i futuri indirizzi tecnologici del PLM.

6) Il ROI (Return Of Investiment), per molti, è spesso un'incognita.


 
 

La nostra vision


La nostra vision si compone di importanti punti cardine:

Collaborazione. Creiamo collaborazioni che appoggiano e perseguono le Vostre esigenze.

Consapevolezza. Siamo consapevoli che le necessità di una piattaforma non siano le necessità della Vostra Azienda.

Supporto. Supportiamo le Aziende a valutare le miglior opportunità.

Know-how. Valutiamo, insieme a Voi, le scelte che meglio si addicono ai Vostri obiettivi.

Esperienza. Lavoriamo in questo settore da più di 10 anni e conosciamo i prodotti e di come l'evoluzione li ha trasformati nel tempo.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu